martedì 3 maggio 2011

La storia di Jessie Slaughter: minorenni trash, cyberbullismo e...

Buonasera popolo di WC!
Stasera vi racconterò la storia di uno dei personaggi che ritengo essere stati uno dei più trash della storia di internet: Jessi Slaughter.

Questa ragazzina, all'apparenza innocua e diciamolo, che apparentemente non se la sarebbe mai filata nessuno (lol), è diventata uno dei bersagli del cyberbullismo più famosi di internet: ma come ha fatto?

Jessie Slaughter, che aveva 11 anni nel 2010 (quindi è nata presumibilmente nel 1998 o 1999!), si era iscritta su Tumblr.com (nonostante il limite minimo di età per l'iscrizione sia 13 anni!) e su Youtube, postando alcune cose stupide e irrilevanti, come questo notevolissimo, interessantissimo e significativissimo video (ahahah):




Ben presto Jessie, a causa di questo video, venne insultata e bersagliata da siti di gossip (come Stickydrama, nel quale un utente postò il suo video definendola "slut" e mandò le sue informazioni personali e private a un membro della sua band preferita, i Blood on the dancefloor, fingendosi lei!) e imageboards (come 4chan).
Su 4chan i video di Jessi iniziarono ad essere postati da Luglio 2010 e ogni giorno almeno un thread sulla ragazza era presente, soprattutto per deriderla, ma alcuni utenti decisero di tentare di avvisare i genitori sulle sue "attività extrascolastiche" (ma quando mai una ragazzina di undici anni doveva postare su youtube video dove diceva -minacciando, secondo lei- di "stick a glock in mouths and make a brain slushie" (mettere una pistola in bocca alla gente e fare una granita con i loro cervelli)?
Dopo ciò, Jessi si accorse però di essere più derisa che ammirata (e ci credo); postò inizialmente un video dove piangeva, lamentandosi del comportamento degli altri nei suoi confronti (mi ricorda qualcuna delle wc...), poi decise di avvisare il padre di tutto ciò che accadeva su internet, che a sua volta volle fare un video con sua figlia dove minacciava tutti quanti i suoi detrattori di avere i loro ip e che stava decidendo cosa fare con gli avvocati...
Il risultato fu questo, esilarantissimo: XD
(se non capite un tubo non preoccupatevi, è il bello del video, il padre sembra uno schizzato di mente e a meno che non si conosca benissimo l'americano sbiascicato si capisce pochissimo di quello che dice ahaha.. ma le cose fondamentali ve le ho riportate qualche riga più su.)
.



Dopo questo video, la storia di Jessi divenne famosissima, tanto che finì anche su Gawker.com, dove successivamente vennero postati parecchi articoli, tra i quali uno dove si diceva che la famiglia di Jessi era sotto protezione della polizia (ma la notizia fu smentita proprio dal dipartimento di polizia della Florida.. Ottima operazione di trollaggio, chiunque sia stato a fornire questa notizia!).

Ma la vetta più alta della storia di Jessi fu quando, udite udite, la famiglia "Slaughter" venne invitata, il 22 luglio 2010, al programma "Good Morning America" su ABC per parlare di cyberbullismo.. (se volete vedere un po', vi linko il video (http://www.youtube.com/watch?v=bYUVlX1dkzU&feature=iv&annotation_id=annotation_546374).

La storia di Jessi, per quanto riguarda il cyberbullismo, finisce qui ma...

...Vi ricordate del padre? È stato arrestato il 25 marzo 2011 per abuso su minore, infatti pare che, durante una discussione con sua figlia Jessi, l'abbia picchiata come volgarmente si definisce "a sangue": brevemente le ha rifilato un pugno fortissimo in faccia, spaccandole il labbro, forse perchè, come riferiscono i vicini di casa, era ubriaco fradicio... Povera ragazzina.
Qui c'è il testo originale della prima pagina della denuncia: click
Il padre è attualmente ancora in prigione.

Esistono altre voci su internet che dicono siano presenti foto di Jessi Slaughter nuda (autoscatti), ma personalmente non le ho mai viste (e neanche mi interessa XD)!

Jessi comunque ancora non ha smesso di provare a diventare famosa per qualcosa di positivo, infatti ogni tanto appare qualche suo account sui social network, però viene puntualmente eliminato a causa della sua giovanissima età (ricordiamoci che ha, attualmente, 12, massimo 13 anni).
Se ci saranno altre novità, ve le riporterò!

Io ritengo che comunque questa ragazzina sia ancora troppo, troppo giovane per usare così liberamente internet; purtroppo non possiamo neanche dire "ma i suoi genitori dove stanno?", però qualcuno dovrebbe controllarla e staccarle quella connessione! A 11 anni giocavo ancora a palla in cortile sbucciandomi le ginocchia!
Ma soprattutto dovrebbe "calmarsi", è già stata vittima di cyberbullismo una volta, non si è ancora stancata?

Voi che ne pensate di questa storia?


Al prossimo post, Miss C*

23 commenti:

Anonimo ha detto...

a 11 anni giocavi a palla anche perchè internet non era popolare come ora... oggi tutti i ragazzini lo usano, e non ci vedo nulla di male, i tempi cambiano, inutile dire "io io io ai miei tempiiii".....
Se bisogna condannare qualcuno casomai sono da condannare i ciberbully/e che sfogano le loro frustrazioni su una bambina...

Alex P.Y.T. ha detto...

Sono d'accordo con l'anonimo per il primo concetto che ha espresso,ma c'è da dire che il cyberbullismo che questa ragazza ha subito è stata una conseguenza di un suo comportamento:se io vado per strada e dico ad uno che gli metto una pistola in bocca e mi faccio una granita col suo cervello mi sembra logico che come minimo mi maledice in arabo.
E si,ha una brutta situazione familiare,ma questa non deve essere una scusante...

MissC*WcGossip ha detto...

Ti ricordo che Jessi Slaughter ha postato foto di nudo, ed è ancora fortemente minorenne.
Anche questo secondo te è accettabile solo perchè internet è popolare?

Concordo sul fatto che i cyberbulli siano da condannare, ma se non si fosse sollevato tutto questo polverone chissà ora Jessi dove si sarebbe spinta..

Alex P.Y.T. ha detto...

Ovviamente ci vuole la supervisione di un adulto SEMPRE...anche in strada puoi spogliarti se nessuno ti guarda...

Poi comunque c'è da dire che i ragazzini,sia in strada che su internet,non hanno alcun tipo di protezione da parte della autorità competenti...

MissC*WcGossip ha detto...

Appunto per quello ho scritto che la ragazzina in questione è troppo piccola per stare su internet così come sta(va) :)

Alex P.Y.T. ha detto...

Ok :) Comunque sono interessanti gli ultimi articoli i tuoi,più che altro perchè finalmente c'è qualche faccia nuova :) anche se pare che negli usa ci siano più che altro storie infelici XD (kiki,jessie,vuitton ecc.)

MissC*WcGossip ha detto...

Grazie mille <3
Infatti volutamente non parlo delle wc italiane, ci pensano già i miei colleghi, perciò porto gossip delle wc internazionali... e sì, le storie più "importanti" purtroppo hanno quasi tutte qualche particolare triste XD
ma per ora non voglio parlare del "nuovo boyfriend di dakota rose!11!!!" (citazione di un commentatore anonimo XD), ci sono ancora un sacco di gossip che pochi conoscono o che sono solo in inglese e che possono esser anche fonte di una riflessione, anche importante (vedi la storia di daniel o questa di jessi).

Alex P.Y.T. ha detto...

Si,offrono uno spunto di riflessione :)

Anonimo ha detto...

l'avevo sentita questa storia di jessi ma non avevo mai saputo la storia per intero e dettagliata, grazie! certo che ci lamentiamo delle nostre, ma le wc usa sono 100000 volte peggio o.o

Anonimo ha detto...

Complimenti per quest articoli su queste wc internazionali! personalmente ero all'oscuro di tutte queste storie :D
Conosci anche la storia di Brookelle Mckenzie? Mi piacerebbe sapere qualcosa di più sul suo conto :)

Meg ha detto...

Per me ha qualche problema lei se no non lo farebbe. E sinceramente se avessi una figlia che fa e dice queste cose (soprattutto a 11 anni!!), l'internet non l'avrebbe avuto mai più...nemmeno il computer senza internet.
Alla fine la colpa è dei genitori, sapevano cosa stava facendo.

Anonimo ha detto...

Chi era Vuitton ?

Anonimo ha detto...

Io a 13 anni usavo Internet alla grande,ma a 12 no.E in ogni caso,non mi sono azzardata mai a postare roba su YT,e ad iscrivermi a siti in cui non superavo l'età minima.
Bah.

Anonimo ha detto...

Quoto,la vera storia di Brookelle si sa?:'(

Anonimo ha detto...

@ALEX PTY:
La tua frase "la bambina se l'è cercata" mi mette i brividi.

Anonimo ha detto...

Ahahahahahah sono così importante per te che mi citi anche? Comunque davvero, dovrebbe assumerti la d'urso! La mia opinione l'ho espressa ormai sin troppo bene, sembra proprio che tu non sia capace di scrivere un articolo senza parlare di tragedie familiari o brutte storie.
Una cosa sola mi fa riflettere di questo post: la gente avida di particolari macabri purtroppo è sempre presente.
L'interesse mediatico su Yara e Sara insegna. (e se il tuo post precedente poteva minimamente giustificarti perché infondo la Kannibal é famosa, qui non ti salva nulla.)

Alex P.Y.T. ha detto...

@anonimo delle 17.56:MAI detto che se l'è cercata,rileggi.
Non modificare di bello e buono le frasi perchè cambiano significato radicalmente

MissC*WcGossip ha detto...

anonimo delle 18.39:
jessi slaughter è talmente più conosciuta di kiki kannibal che è andata anche a good morning america, quindi anche chi non va sull'internet a cercasi le webcelebrities la conosce, kiki no, poi fai te.
comunque la tua parte di trollina sta scadendo, si vede che commenti negativamente ogni mio post perchè ti rode qualcosa (non si è ancora capito cosa, affari tuoi) :)
ciao baby <3

Anonimo ha detto...

voglio pear chan

Anonimo ha detto...

Questa "bambina" è solo una piccola puttanella cresciuta da schifo da genitori incompetenti e che quasi fanno più schifo di com'è diventata lei. Se l'è meritato e si sarebbe meritata anche di peggio, puah!

Anonimo ha detto...

È la gemma del sud versione americana.

MC ha detto...

Provo tanta pena per lei e tanta pena per chi si è divertito a rovinarla.
Non so se sia più inutile lei o gli altri.

Anonimo ha detto...

Ho letto che vuole cambiare sesso e che si fa chiamare Damien... spero che non sia per queste cose che le sono capitate.
Comunque voglio dire una cosa: nessuna azione, per quanto stupida, merita tale reazione. Se potessi andare da lei le parlerei e la convincerei a cambiare modo di fare in meglio, così da evitare che si ripetano fenomeni del genere. Ma di certo non direi cose brute su di lei. E' come quando dicono che le donne vengono violentate perché provocano. Non ho mai visto una donna andare in giro in tanga.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails